Perseo per il Sociale

Un impegno di vita per restituire al mondo un po' di quanto abbiamo ricevuto.

 

Alcuni dei collaboratori di Perseo sostengono in prima persona iniziative di carattere sociale, impegnandosi al fianco di Associazioni/Enti che operano sia a livello nazionale che internazionale.

Bosnia 1
Bosnia 2

 

Bosnia.

Ancora oggi la terra di Bosnia porta evidenti i segni delle tragiche vicende che l’hanno travolta nel decennio scorso e che hanno completamente disgregato lo Stato Jugoslavo.

Dopo Dayton.

Nel periodo del “dopo-Dayton” il tessuto sociale, politico ed economico di questa terra continua ad essere lacerato da gravi problemi e difficoltà che impediscono l’istaurarsi di quella stabilità necessaria a garantire un futuro democratico a questo paese, che si trova, lo ricordiamo, a soli 700 Km dal confine italiano.

Fattori di rischio psicosociale.

Si parla, cioè, di tassi elevatissimi di disoccupazione, di tensione interetniche non ancora risolte, di profughi, di ricostruzione selvaggia, di corruzione, di mancanza di infrastrutture adeguate, di debolezza e instabilità delle istituzioni politiche.

Situazione geo-politica.

Le tre etnie presenti in Bosnia (serba, musulmana e croata) sono attualmente di fatto divise: la situazione geopolitica evidenzia due entità distinte, ovvero la Federazione di Bosnia Erzegovina (musulmano-croata) e la Repubblica Srpska (cristiano-ortodossa). La supervisione politica è affidata ad un Alto Commissario dell’ONU e la presenza della Comunità Internazionale si rivela tuttora indispensabile per l’avanzamento del paese verso una reale cooperazione tra le diverse entità.

 

I volontari.

A fronte di ciò, ogni anno decine di volontari cercano di promuovere con la propria presenza sul territorio di Bosnia momenti e percorsi di dialogo, di apertura e collaborazione reciproca, valorizzando in modo paritetico tutte le identità presenti nel territorio di Bosnia, nella consapevolezza che ognuno è portatore di una ricchezza unica per l'altro. A tal fine, vengono proposte attività di animazione e socializzazione durante un campo estivo annuale, durante il quale si creano momenti di incontro che coinvolgano tutta la popolazione locale, e si cerca di assicurare il sostegno a persone malate o in forte disagio economico.

Associazione Spalle larghe.

L’Associazione “Spalle Larghe” ONLUS è uno dei gruppi di volontari impegnati in tale realtà. Dal 2001, anno del primo campo organizzato e gestito presso il villaggio di Pribava, nella municipalità musulmana di Gracanica, l’Associazione mantiene rapporti regolari con la popolazione locale, attraverso alcune visite brevi durante l’anno, oltre alla settimana estiva. Per maggiori informazioni: silvmarra@gmail.com.

I missionari scalabriniani.

I missionari scalabriniani sono attivi dal 1887, anno di fondazione della congregazione, e, seguendo l’esempio e le intuizioni del fondatore Beato Scalabrini, si rivolgono agli emigrati di tutte le nazionalità con opere di natura sociale e spirituale: centri di prima accoglienza, villaggi per migranti anziani, centri di studio e di ricerca, diffusione di giornali e programmi radiotelevisivi, conduzione di case di formazione per religiosi e laici e case di ospitalità.

Saveriani.

I padri saveriani, attivi dal 1895, svolgono attività di evangelizzazione e supporto ai poveri sempre restando “dalla parte dei poveri”. Nell’estate del 2004 con i laici saveriani, famiglia di missionari laici che partecipa al carisma della grande famiglia dei missionari saveriani, vi è stata, dopo un periodo di formazione nella sede di Vicenza, la visita alle missioni in Sud America, più precisamente in Brasile. Sono state svolte attività di conoscenza del luogo e della realtà dei missionari e di volontariato sul territorio. L’ottica di intervento è sempre stata quella del trasferimento di saperi e azioni da compiere e non quella assistenziale.

Attualmente

gli interventi vengono svolti in collaborazione con il Movimento per la Decrescita Felice, circolo di Padova (http://www.mdfpadova.it/), e l’Ufficio Di Scollocamento di Padova (https://www.facebook.com/Ufficio-Di-Scollocamento-Padova-1536381833312472/?fref=ts). Ecco di cosa si tratta…

Premessa.

L'esperienza ventennale in ambito di miglioramento ed evoluzione personale e le trattazioni scientifiche in materia hanno incentivato il nostro desiderio di progettare interventi dall'elevata rilevanza sociale. Nei processi che guidano il singolo alla strutturazione di un proprio progetto di vita risulta naturale ed utile arrivare ad interrogarsi anche sul ruolo che le influenze culturali e sociali hanno ed hanno avuto sulle proprie scelte. Tali riflessioni influiscono sul rapporto e sulle potenziali influenze che il singolo stesso agisce nei confronti del contesto, oggi in una situazione di forte cambiamento. La consapevolezza della reciprocità di tale rapporto, contesto-persona, e l'utilità di influire sui cambiamenti oggi in atto, guidano gli interventi che molti di noi hanno deciso di implementare, sempre nel rigore scientifico e nel rispetto dell'etica professionale.

A chi si rivolgono questi interventi.

A tutti coloro che sentono la necessità di riprendere le redini della propria vita e che soffrono il disagio di percepire, per certi versi, il sopravvento di fattori esterni/sociali sul percorso intrapreso. Coloro che trovano benefici da tali tipologie di interventi sono tutti gli individui che ritengono di volere riscrivere, in parte o in toto, il proprio progetto di vita, ripensando obiettivi, valori e scopo dello stesso.

Obiettivi generali.

• Conoscere sé stessi e valorizzare i propri talenti. • Accrescere la consapevolezza delle variabili sociali sul proprio percorso di vita. • Definire il proprio scopo, la propria direzione di vita. • Chiarire i propri obiettivi. • Rendere vivi i propri valori e applicarli nel quotidiano. • Prendere coscienza del proprio ruolo sociale. • Trasformare i propri sogni in progetti rivolti anche al bene comune. • Predisporre il proprio progetto di vita.

Ufficio di Scollocamento.

La formazione che viene proposta all'interno delle attività di Ufficio di Scollocamento ha l'obiettivo di fornire alla persona strumenti e metodi concreti per riflettere sul proprio stile di vita, nonché per definire con efficacia un progetto di vita alternativo, del tutto o in parte al di fuori dell’attuale sistema, che risponda alle proprie personali aspirazioni, allo scopo di vivere un’esistenza più funzionale, costruttiva e realizzante.

La formazione in ambito decrescente.

Anche in ambito decrescente, tramite il circolo territoriale di Padova, effettuiamo attività di divulgazione di stili di vita decrescenti, di basso impatto ambientale ed in linea con i nostri valori. Attraverso incontri formativi supportiamo gli individui alla scoperta ed alla progettazione di sé, partendo dai valori condivisi quali: la semplicità, l'autosufficienza, il rispetto dell'ambiente, l'importanza delle relazioni, la riduzione dei consumi e degli sprechi.

Iscriviti alla newsletter

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Altri Progetti

Vedi tutti